KYRGYZSTAN - Bishkek

Spedizione in cammello attraverso il deserto del Taklimakan

  • Itinerario
  • Tour , Viaggi avventura
  • 10 giorni / 9 notti
  • Pensione completa

Il Taklimakan è un deserto situato nel sud-ovest della Regione Autonoma dello Xinjiang Uyghur nella Cina nord-occidentale. Si tratta di uno dei più grandi deserti di sabbia nel mondo. La lunghezza da ovest ad est è di oltre 1000 km e di 400 km. di larghezza. La zona sabbiosa è vasta oltre 300 mila chilometri quadrati. Il Trekking in Taklimakan è una reale sfida contro le forze della natura. Una breve parte del tragitto verrà compiuto lungo la Sand Highway. Incontro con i cammellieri e inizio dell’allestimento cammelli per l’escursione. Verso sera, arrivo ai piedi del monte Muzatagh e ricerca di un posto per accamparsi. Distanza percorsa, circa 10 km, con livello di difficoltà minimo.
Le dune di sabbia sono incredibilmente alte e sono accessibili solo ai più' coraggiosi. Seguendo questo programma eccezionale potrete vivere i modi in cui si svolgeva il commercio delle carovane che trasportavano sete orientali e merci verso e dall'Europa.
Oltrepassato il monte Muzatagh, escursione in direzione nord lungo il famoso fiume Khoten, molto vicino a Buksamaral.

Vuoi parlare subito con me? Scegli come!
Dettagli

Tour con la partecipazione minima di 2 persone


PROGRAMMA:


Giorno 1.
Arrivo a Bishkek. Volo in coincidenza da Bishkek a Urumqi. All'arrivo trasferimento in hotel 4 stelle, breve riposo e, successivamente, visita della città. Pernottamento. Pensione completa.

Giorno 2.
Prima colazione. Tempo libero al mattino per fare qualche breve giro per la città. Spostamento verso Khoten in aereo, dove incontrerete lo staff e verrete trasferiti in città. Controlleremo le ultime cose e l’organizzazione nel pomeriggio. Pensione completa e pernottamento in hotel.

Giorno 3.
Prima colazione. Trasporto in macchina lungo la nuova Sand Highway fino all’arrivo a Hong- Bai Shan. Incontro con i cammellieri e inizio dell’allestimento cammelli per l’escursione. Inizio dell’escursione in direzione ovest. Verso sera, arrivo ai piedi del monte Muzatagh e ricerca di un buon posto per accamparsi per la notte. Distanza percorsa, circa 10 km, con livello di difficoltà minimo. Pensione completa e pernottamento.

Giorni 4/5.
Prima colazione. Oltrepassato il monte Muzatagh, escursione in direzione nord lungo il famoso fiume Khoten, molto vicino a Buksamaral. Distanza coperta in questi due giorni: circa 45 km. Pensione completa e pernottamento.

Giorno 6.
Prima colazione. Oltrepassato Buksamaral, si andrà in direzione ovest. Realizzerete all’improvviso quante dune di sabbia imponenti appariranno davanti ai vostri occhi. Scalata alle dune. Accampamento per la notte. Distanza coperta in questa giornata: circa 20 km. Pernottamento. Pensione completa.

Giorno 7.
Prima colazione. In direzione ovest e a piedi, ci si inizierà a muovere attraverso le dune di sabbia, vicino alla Oil Company’s Specialized Road. Accampamento per la notte. Distanza coperta nella giornata: circa 18 km. Pernottamento. Pensione completa.

Giorno 8.
Prima colazione. Proseguendo verso ovest, ci si imbatterà in un’altra ‘strada del petrolio’, costruita da una compagnia petrolifera locale. Non appena ci si riunirà con tutti i membri dello staff ed il veicolo di trasporto, saluterete i cammelli ed i cammellieri e ritornerete a Khoten. Pernottamento in hotel. Distanza coperta nella giornata: circa 320 km. Pensione completa.

Giorno 9.
Prima colazione. Trasferimento in aeroporto. Volo fino a Urumqi. Qui ci sarà la guida ad aspettarvi e vi porterà in città. Pernottamento in hotel 4 stelle. Pensione completa.

Giorno 10.
Prima colazione. Trasferimento all'aeroporto e volo di ritorno a Bishkek, in coincidenza col volo intercontinentale per l'Italia.

Vuoi parlare subito con me? Scegli come!
Date e prezzi
Prezzo
dal 01/04/19 al 30/11/19
2 Persone. Quota a persona
€ 7500
dal 01/04/19 al 30/11/19
4 Persone. Quota a persona
€ 6200
dal 01/04/19 al 30/11/19
6 Persone. Quota a persona
€ 5300
dal 01/04/19 al 30/11/19
8 Persone. Quota a persona
€ 4800
Vuoi parlare subito con me? Scegli come!
Incluso/Escluso

Tour con partenze gornaliere garantite.

Possibilita' di prenotazione del volo intercontinentale da MILANO o da ROMA con prezzi a partire da € 400. Tariffe indicative soggette a riconferma.

La quota comprende:
- tour come da programma con spedizione cammelliera;
- sistemazione negli hotels (camera standard con letti singoli e bagno) indicati nel programma;
- tutti i trasporti su terra tra aeroporto e hotels a/r;
- tutti i servizi di trasferimento per e da Khoten;
- tutti i permessi necessari;
- prima colazione, pranzo e cena durante il soggiorno in China e i pasti durante l’escursione nel deserto;
- uomini di sicurezza;
- un esperto traduttore in lingua inglese;
- le tende necessarie per i pernottamenti (tende da 2 persone ciascuna);
- una grande tenda adibita a cucina;
- una grande tenda adibita a refettorio;
- tutto il necessario per il refettorio (tavoli, ecc.);
- utensili da cucina;
- diverse stufe a gas;
- servizi di assicurazione, soprattutto per ogni eventuale e improvviso incidente causato dal traffico durante la permanenza in China;
- biglietti di ingresso in tutti i siti, musei, mausolei;
- acqua e tea a cena;
- acqua minerale;
- assicurazione Medico, Bagaglio;

La quota non comprende:
- volo intercontinentale dall'Italia;
- tasse aeroportuali;
- volo a/r Bishkek/Urumqi;
- visto d'ingresso Cina da procurarsi personalmente con l'eventuale assistenza del consulente;
- sacchi a pelo e indumenti/ equipaggiamento personale, attrezzi da scalata, cibo, ecc. da usare sul campo base;
- nessuna ulteriore spesa causata da posti di blocco sulla strada, variazioni climatiche o accidenti;
- quota Iscrizione € 40 a persona;
- assicurazione annullamento e cancellazione del viaggio facoltativa;
- adeguamento valutario da confermarsi entro 20 giorni dalla data della partenza;
- clausola facoltativa “blocca prezzo” € 40 a persona;
- spese di carattere personale, mance e quanto non espressamente menzionato "nella quota comprende".

Vuoi parlare subito con me? Scegli come!
Appunti di Viaggio

N.B.: SI TRATTA DI UN TOUR MOLTO FATICOSO CHE RICHIEDE UNA BUONA CONDIZIONE FISICA ED UN OTTIMO SPIRITO DI ADATTAMENTO.


DOCUMENTAZIONE NECESSARIA ALL'INGRESSO NEL PAESE KYRGYZSTAN:


Passaporto/Carta d’identità valida per l’espatrio: necessario il passaporto, con validità residua di almeno tre mesi dalla data di ingresso nel Paese.


Visto di ingresso: Non occorre il visto di ingresso per motivi di turismo e/o di affari relativamente a soggiorni non superiori ai 60 giorni. 


Formalità valutarie e doganali: al momento dell’arrivo nel Paese, occorre compilare una dichiarazione nella quale si indica, fra le altre cose, l’eventuale possesso di oggetti preziosi o armi. Il documento dovrà essere conservato fino al momento dell’uscita dal Paese. L’importazione e l’esportazione di valuta è libera. Per cifre consistenti, si consiglia tuttavia di effettuare una dichiarazione doganale all’arrivo. Sono diffusi sia gli sportelli di cambio valuta che gli sportelli per il prelievo di valuta. Anche l’uso della carta di credito è ormai largamente diffuso.


SICUREZZA:
La situazione in Kyrgyzstan appare relativamente stabile dopo gli eventi della primavera del 2010, quando si verificarono scontri inter-etnici nelle regioni meridionali del Paese che portarono al rovesciamento del Governo in carica all’epoca.
Permangono tuttavia nel Paese condizioni di fragilità che suggeriscono prudenza nell’effettuare viaggi, in particolare nelle regioni meridionali del Paese (distretti di Osh e Jalalabad). Si registrano spesso incidenti frontalieri ai confini con il Tagikistan e l’Uzbekistan, aree quindi dove muoversi con prudenza. 
Il rischio di attentati, come in altri Paesi, impone di mantenere elevata la soglia di attenzione. Le forze di sicurezza kyrghise effettuano periodicamente vaste operazioni antiterrorismo, alcune delle quali hanno portato all’arresto di individui appartenenti a gruppi di matrice jihadista. Nel Paese sono attivi gruppi di criminalità organizzata dediti al traffico di droga. Il livello della criminalità comune risulta ancora inferiore rispetto alla media dei Paesi occidentali e in prevalenza limitato ad episodi di microcriminalità. In ogni caso, si raccomanda di osservare scrupolosamente le comuni norme di sicurezza e di evitare rischi quali la circolazione in ore notturne o per strade isolate. Lo stato di manutenzione delle strade, specialmente nelle zone rurali, è assai carente e la segnaletica lascia a desiderare. Se s’intende effettuare un viaggio in automobile, occorre prestare attenzione soprattutto di notte (pericolo di improvviso attraversamento di persone e di animali) e d’inverno (presenza di ghiaccio e nebbia). Le strade sono qualche volta bloccate da valanghe o frane. Risulta difficile incontrare stazioni di servizio fuori delle principali città. Nel compiere un viaggio, si consiglia di avvalersi di autisti locali.


Avvertenze:
Si consiglia di:
- non spostarsi da soli;
- evitare d’indossare vestiti e oggetti che attraggano l’attenzione, come gioielli e orologi di lusso; 
- lasciare un numero di telefono sul quale poter essere rintracciati e portare con sé quelli degli Uffici Diplomatico-Consolari italiani;
- portare con se le fotocopie (non l’originale) del passaporto e del visto legalizzate dagli uffici diplomatico-consolari italiani o autenticate da un notaio locale da esibire in caso di controllo da parte delle forze dell’ordine;
- osservare la massima cautela nei rapporti con le forze dell’ordine e, in caso di problemi, chiedere di poter contattare immediatamente gli Uffici Diplomatico-Consolari italiani;
- attenersi strettamente alle leggi locali e selezionare con attenzione le compagnie frequentate qualora si tratti di incontri occasionali;
- è opportuno avere un comportamento adeguato nell’abbigliamento nel sud del Paese, dove i sentimenti religiosi tradizionali sono più forti.

Normativa prevista per uso e/o spaccio di droga (leggere o pesanti): sono previste serie conseguenze di ordine penale, che prevedono anche lunghe pene detentive da scontarsi in condizioni carcerarie che possono essere molto dure.


Non è presente in loco l’Ambasciata d’Italia.
L’Ambasciata d’Italia competente per il Kyrgyzstan è l’Ambasciata d’Italia in Kazakhstan 


Fuso orario KIRGYZYSTAN:
+ 4 ore rispetto all’Italia (+5 ore quando in Italia vige l’ora solare).


Moneta:
som (1 euro = 77,32 som, 22 aprile 2016).


Telefonia:
Prefisso telefonico: 00996 (Kyrgyzstan), 312 (Bishkek).
Sono attivi diversi servizi di telefonia cellulare sia di standard GSM che di standard CDMA. Le aziende più note sono BEELINE e MEGACOM , che vendono schede SIM prepagate di vario importo che possono essere applicate ai normali telefonini. L’accesso in roaming alla linea italiana è possibile.


DOCUMENTAZIONE NECESSARIA ALL'INGRESSO NEL PAESE CINA:


Passaporto: necessario, con validità residua di almeno sei mesi. Per le eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio.

Visto d'ingresso: le richieste di visto d’ingresso vanno indirizzate, anche attraverso agenzie turistiche, alle Rappresentanze diplomatico-consolari cinesi in Italia (per maggiori informazioni su modalità e documentazione richiesta vedi: www.fmprc.gov.cn). 
Non è previsto il rilascio di visti ai posti di frontiera, per cui coloro che all’arrivo in territorio cinese ne risultano sprovvisti vengono respinti.


Durante il soggiorno in Cina, si consiglia di custodire con attenzione il passaporto che andrà sempre tenuto a portata di mano per eventuali controlli d’identità. È bene inoltre portare copia delle sue pagine rilevanti e del visto cinese. In caso di furto o smarrimento, andrà innanzitutto sporta denuncia presso il più vicino Ufficio di Pubblica Sicurezza. Quindi, con la denuncia e due foto, occorrerà recarsi presso la Rappresentanza diplomatico-consolare più prossima per richiedere un documento di viaggio, con cui sarà possibile soltanto il rientro in Italia, oppure richiedere un nuovo passaporto per il cui rilascio occorre un periodo di tempo più lungo. Infine bisognerà acquisire il “visto d’uscita” cinese per il cui rilascio possono essere necessari almeno 5 giorni lavorativi. Il disbrigo di tutte le procedure può richiedere qualche giorno se ci si trova, al momento del furto o dello smarrimento, lontano da Pechino, Shanghai, Canton o Chongqing dove sono presenti le nostre Rappresentanze Diplomatico-Consolari.

Formalità valutarie e doganali: non esistono particolari limitazioni all’importazione di valuta straniera. Se la somma supera i 5.000 US$, è bene dichiararla all’ingresso compilando il formulario doganale in duplice copia, per poter poi dimostrare - all’uscita dal Paese - il precedente possesso della somma eventualmente restante, in caso di controllo doganale. 
Lo Yuan/RMB non è ancora liberamente convertibile.
Vanno dichiarate le apparecchiature elettroniche di esclusivo uso personale.

Limitazione di esportazione:
Il Governo cinese esercita un rigoroso controllo sulla esportazione di oggetti ed opere d’arte di significativo valore culturale. Nel caso si acquistino oggetti d’arte è necessario assicurarsi che sia stata concessa l’autorizzazione all’esportazione da parte del Cultural Relics Appraisal Institute (36 Fuxue Hutong, Dongcheng District, Beijing tel.64014608), che rilascia un certificato per l’esportazione e imprime un timbro ufficiale sull’oggetto. I contravventori stranieri possono essere puniti anche con misure restrittive della libertà. 
È altresì vietata l’esportazione di animali rari, piante rare ed i loro semi; metalli preziosi e diamanti.

SICUREZZA:
Si raccomanda ai connazionali presenti nell'area di mantenere una condotta vigile ed improntata a prudenza. Il Paese è sostanzialmente stabile e sicuro. Si sono tuttavia verificati recentemente episodi di violenza nella regione dello Xinjiang, incluso il capoluogo Urumqi, che sono stati catalogati come atti terroristici dalle Autorità cinesi con la conseguente intensificazione delle misure di sicurezza. Si suggerisce a tutti coloro che si recano o già si trovino in tali aree, la massima cautela. La microcriminalità è in aumento e tocca anche gli stranieri, i quali sono soprattutto vittime di scippi e furti di passaporto.


È opportuno inoltre:
- mantenere un atteggiamento di cautela nelle ore notturne soprattutto nelle zone dei locali di divertimento (a Pechino, il quartiere “San Li Tun”) dove si sono verificati casi di aggressioni e di pestaggi a danno di stranieri; in tali casi, l’intervento della polizia può determinare l’arresto dei connazionali coinvolti, anche per lunghi periodi, in attesa della determinazione della responsabilità di coloro i quali sono stati coinvolti nella colluttazione.
- assicurarsi, nell’effettuare acquisti in mercatini popolari che la merce sia di propria soddisfazione (il rimborso non è assicurato);
- contrattare in anticipo la tariffa di qualsiasi servizio turistico.

Xinjiang. Un’ampia parte della popolazione di questa regione è per lingua e cultura di ceppo turco e confessione islamica. Nel recente passato, si sono verificati disordini sociali ed episodi violenti di protesta nei principali centri abitati dello Xinjiang. La situazione appare comunque sotto il fermo controllo delle Autorità cinesi, nonostante gli episodi di violenza verificatisi a Urumqi ed in altri centri della regione a partire dal luglio 2009. In alcuni casi è stato negato l'accesso a gruppi turistici in specifiche zone ed è prudente non avventurarsi da soli in zone rurali della regione. 


AVVERTENZE:
Si consiglia di:
tenere sempre a portata di mano il passaporto, biglietto aereo ed una somma di denaro;
mantenere una buona dose di prudenza allorché ci si trova nelle zone ad alta frequentazione turistica o particolarmente affollate (mercatini, zone di locali notturni, ecc.);
evitare, in caso di aggressione, qualunque resistenza o reazione;
mantenere sempre comportamenti rispettosi delle leggi locali, la cui violazione può comportare il fermo di polizia e l’arresto anche per reati lievi.
Qualora ci si ritrovi in situazioni in cui viene messa a repentaglio la propria sicurezza, bisogna  rivolgersi alla Polizia chiamando il n. 110 e successivamente sporgere denuncia alle competenti Autorità di pubblica sicurezza. I ‘interessato potrà in seguito contattare l’Ambasciata per informare dell’accaduto. 
Durante il soggiorno è necessario attenersi scrupolosamente alle leggi cinesi.


In particolare si ricorda che:
- sono proibite manifestazioni pubbliche che non siano state autorizzate dal locale Ufficio di Pubblica Sicurezza;
- ci sono restrizioni all’esercizio di alcune attività religiose, come la distribuzione di materiale proselitistico;
- il movimento religioso Falun Gong è bandito;
- le Autorità giudiziarie possono disporre il sequestro del passaporto dello straniero citato in giudizio per cause civili, anche di natura commerciale, che possono trattenerlo fino alla conclusione della controversia. 
In generale occorre tener presente che le Autorità di pubblica sicurezza tendono ad applicare rigidamente la normativa in materia di ordine pubblico sia nei confronti dei propri cittadini che degli stranieri. Nel relazionarsi con le forze di polizia, che raramente parlano l’inglese, è opportuno mantenere la calma ed, in caso di incomprensioni, rivolgersi all’Ambasciata o al Consolato italiano per la necessaria assistenza.
In caso si incorra in misure restrittive della propria libertà personale (fermo o arresto), è importante che, direttamente o tramite persone vicine, si entri in contatto con l’Ambasciata o il Consolato Generale per richiedere il loro intervento.

Normativa prevista per uso e/o spaccio di droga (leggere o pesanti):
in Cina la legislazione sull’uso e il commercio di sostanze stupefacenti è molto rigida e arriva a prevedere, per il grande spaccio, la pena di morte. Recentemente le Autorità cinesi hanno effettuato numerose retate anti-droga nei locali notturni, sottoponendo in loco i presenti a test delle urine mediante reagenti chimici; quanti risultati positivi al test (inclusi numerosi stranieri) sono stati condannati a pene di detenzione amministrativa e successivamente espulsi. Si attira l’attenzione di quanti intendano recarsi in Cina sul fatto che tali test possono rilevare tracce di sostanze stupefacenti assunte anche a distanza di alcuni giorni, e dunque è possibile risultare positivi in caso di consumo avvenuto prima dell’ingresso in territorio cinese.


Fuso orario:
+ 7 ore rispetto all’Italia; + 6 ore quando in Italia vige l’ora legale.


Moneta:
Yuan (CNY).


Telefonia:
Prefisso telefonico dall’Italia: 0086 (aggiungere 10 per Pechino; 21 per Shanghai; 20 per Canton; 23 per Chongqing).
Internet: gli hotel di pregio nelle grandi città forniscono l’accesso ad internet in stanza. In generale gli hotel a quattro o cinque stelle nelle grandi città sono dotati di business center con collegamenti internet. Sempre nelle principali città esistono internet cafè che offrono l’accesso a tariffe contenute. L’acquisto di una scheda SIM con abbonamento CNC consente anche l’accesso ad internet, previo pagamento di una quota supplementare.

Vuoi parlare subito con me? Scegli come!

Mappa

Vuoi maggiori informazioni su questa offerta?

Compila il modulo qui sotto e ti contatteremo per creare insieme il tuo viaggio


Riferimenti contatto


Tutto quello che vuoi raccontarci (domande, richieste particolari, altro...)


Newsletter X

Non perderti le migliori offerte della settimana!
Lascia qui la tua email per ricevere ogni settimana le offerte più interessanti e uniche!